AGOPUNTURA
 

DA TIMOR ALL’ITALIA. CON L’AGOPUNTURA SI PUÒ GUARIRE

A 7 anni Paino è stato rapito nella cittadina di Venilale, a Timor Est. Lo hanno ritrovato 24 anni dopo; e solo allora si è scoperto che a sequestrarlo erano stati compaesani senza scrupoli, che avevano ridotto il ragazzo in schiavitù. Fino a trasformarlo in una larva umana, che neanche si reggeva sulle gambe.
Ma il mese scorso Paino ha ripreso a camminare. Un miracolo in un Paese dove quasi la metà della popolazione vive in povertà estrema e poche malattie si curano.
A rimetterlo in piedi sono stati due medici italiani che, in zone del mondo dove scarseggiano i farmaci, trattano i pazienti con l'agopuntura. Gratuitamente.

Perché Paola Poli e Carlo Moiraghi hanno fondato Agom - Agopuntura nel mondo, l'unica onlus italiana che pratica l'antico metodo terapeutico cinese in situazioni d'emergenza. Curando un po' di tutto, dalla tosse al diabete, dall'ipertensione alle malattie della pelle, lì dove la popolazione è troppo povera per permettersi la medicina occidentale: in India, Nepal, Filippine, Timor Est.
Non solo, gli aghi di Agom alleviano ansia, depressione, insonnia in zone colpite da calamità naturali, come ad Amatrice dopo il terremoto. Finora i 42 agopuntori volontari della onlus hanno praticato 4.420 trattamenti.

E Paola e Carlo si sono specializzati anche nell'uso dell'agopuntura in oncologia, da affiancare a chemio e radio per ridurre dolore e nausea... Così hanno contribuito creare un ambulatorio ad hoc al Niguarda di Milano e una volta a settimana curano gratis i pazienti oncologici nel loro studio milanese.
Di tutto ciò si parlerà questo weekend nel convegno internazionale organizzato da Agom e da Alma (Associazione lombarda medici agopuntori) alla Statale di Milano. lnfo: agopuntura-alma.it.
Nel 2010 la medicina cinese è entrata nel patrimonio Unesco dell'Umanità.


il venerdì di Repubblica  -  20 settembre 2019
__________________________________________________

A proposito di agopuntura vi invitiamo a visitare la pagina in cui si parla del prof. Nguyen Tay Thu, illustre agopuntore vietnamita che negli anni '80 del secolo scorso venne a Genova ad illustrare la sua opera e la sua esperienza, maturate sia in tempo di pace che durante la guerra del Vietnam.